Caricamento Eventi
20 Mar 2022

TRIO SALVEMINI-CARABELLESE-LAERA

Tre musicisti di talento in un programma dedicato al violino principe degli strumenti

Palmi: Auditorium della Casa della Cultura

Via Felice Battaglia
Palmi, 89015 Italia

Phone 0966-411080

Esporta la mappa

Scheda

marzo 20 @ 18:00 - 19:30

Organizzatori

Amici della Musica – Palmi RC, A.M.A. Calabria

TRIO
Maria Teresa SALVEMINIviolino
Daniela CARABELLESEviolino
Pietro LAERApianoforte


PROGRAMMA
Un violino per la vita: con la musica da sempre

Dmítrij Dmítrievič Šostakóvič (San Pietroburgo, 25 settembre 1906 – Mosca, 9 agosto 1975)
5 pezzi per 2 violini e pianoforte

Pablo de Sarasate (Pamplona, 10 marzo 1844 – Biarritz, 20 settembre 1908)
Zingaresca per violino e pianoforte

Manuel De Falla (Cadice, 23 novembre 1876 – Alta Gracia, 14 novembre 1946)
Fritz Kreisler (Vienna, 2 febbraio 1875 – New York, 29 gennaio 1962)
Danza Spagnola da la Vida Breve, per violino e pianoforte

Niccolò Paganini (Genova, 27 ottobre 1782 – Nizza, 27 maggio 1840)
Capricci n.ri 15 e 24 per violino solo

Pablo de Sarasate (Pamplona, 10 marzo 1844 – Biarritz, 20 settembre 1908)
Navarra per due violini e pianoforte

Astor Piazzolla (Mar del Plata, 11 marzo 1921 – Buenos Aires, 4 luglio 1992)
Vuelvo al Sur per violino e pianoforte

Ante B.K.
Tarantella per 2 violini e pianoforte

***

Maria Serena Salvemini, violino Un violino per la vita: “Con la musica da sempre”, è la frase giusta per riassumere il suo percorso di vita. Maria Serena Salvemini, Molly, ha 16 anni ed è una ragazza speciale. Prima ancora di nascere le viene diagnosticata una grave malformazione per cui consigliano l’aborto terapeutico. Ma la sua mamma, Daniela Carabellese, non ci sta e continua la sua attività concertistica portandola nel grembo. Operata alla nascita, Molly apre per la prima volta gli occhi sulle note di Bach, che ben conosceva! A dieci mesi i primi passi e il primo violino, uno strumento dal quale non si è mai più separata: un violino per la vita! “Golden Medal with Honours” nel 2021, al prestigioso Vienna International Music Competition, unica italiana premiata, primo premio all’ International Moscow Music Competition 2021, vincitrice di borsa di studio al premio “Claudio Scimone” di Padova 2021, primo premio al concorso Soroptimist International Italia 2021, è stata Invitata dalla prestigiosa Società dei Concerti di La Spezia, a tenere due recital per il Paganini Music Festival, in Liguria nelle terre di Paganini. Nel novembre 2021, ha ricevuto il premio internazionale Medaglia d’oro Maison des Artistes per “la sua encomiabile professionalità artística di violinista”. Il premio le è stato consegnato in una cerimonia di gala presso l’aula magna dell’Università La Sapienza di Roma. Nel Novembre 2020 ha eseguito, da solista con l’orchestra sinfonica della città metropolitana di Bari, il secondo concerto di Wieniawski al Teatro Petruzzelli di Bari che si può visionare a l link: https://www.youtube.com/watch?v=cu80bh8oR-k. L’evento, trasmesso in streaming ha totalizzato oltre 14000 visualizzazioni da tutto il mondo. Nel 2019 è stata protagonista, come violinista solista con Orchestra Sinfonica diretta dallo svedese Ola Rudner, dell’inaugurazione del Teatro Piccinni di Bari, riaperto al pubblico dopo 10 anni di restauri (https://www.youtube.com/watch?v=Aw6Y2l8c9OA). A novembre 2019, su invito del M° Beppe Vessicchio a seguito di una selezione nazionale, ha preso parte alla trasmissione “Prodigi”, andata in onda in prima serata su RAI 1, suonando da solista con orchestra. Personalità eclettica, tra le sue passioni oltre al violino, vi sono il pianoforte, la ginnastica e la fotografia e la mountain bike. Vincitrice di numerosi primi premi assoluti in concorsi internazionali in qualità di violinista solista (Euterpe, Sarro, Eurorchestra, Ponselle, Wanda Landowska, Vitti, Savino, Mediterraneo, etc.), ha concluso il percorso pre-accademico presso il conservatorio N. Piccinni di Bari, sotto la guida del Maestro Corrado Roselli, con il massimo dei voti e la lode. È stata ammessa, in via del tutto eccezionale, a sostenere l’esame di ammissione al triennio Accademico di primo livello presso il Conservatorio Piccinni risultando prima in graduatoria con il punteggio di 100/100. Tale circostanza si è potuta realizzare sulla base di una norma di legge che consente l’accesso anticipato a detti corsi esclusivamente ai talenti precoci benché giovanissimi. Ha seguito masterclass e corsi di alto perfezionamento con i Maestri Francesco Manara (primo violino del teatro Alla Scala) Giovanni Angeleri (premio Paganini), Felix Ayo, Roberto Noferini, Alessandro Milani (primo violino dell’Orchestra Sinfonica della Rai) Stefano Pagliani, Gabriele Ceci (primo violino del teatro Petruzzelli). È stata selezionata come eccellenza del Conservatorio di Bari per gli anni accademici 2017/18, 2018/19 e 2020/2021 ed invitata a tenere recital solistici presso l’auditorium dello stesso Conservatorio, nell’ambito di diversi progetti (Santa Cecilia, Ombra illuminata, Open day, Omaggio a Giovanni Capaldi, Omaggio a Rosario Scalero, Omaggio a Beethoven, in occasione del 250°’anniversario della nascita). È risultata vincitrice della borsa di studio Rotary Club assegnata alle giovani eccellenze del Conservatorio Piccinni, in qualità di migliore strumentista ad arco e nel 2020, del premio Sveva Classica, con borsa di studio. Si esibisce regolarmente per prestigiose Istituzioni Musicali, come solista, in diverse formazioni cameristiche e come solista con orchestra. Ha tenuto concerti solistici nell’ambito del bando “SIAE s’illumina” presso il nuovissimo auditorium Giovanni Paolo II di Bari, per il Polo Museale regionale presso il Castello Normanno-svevo di gioia del Colle, la prestigiosa rassegna Notti Sacre presso l’auditorium Vallisa. Si è inoltre recentemente esibita, in qualità di primo violino di spalla, con l’Orchestra “Keep in Touch”, composta da 150 elementi, presso il teatro Petruzzelli di Bari, per il festival “Anima Mea” 2018 nonché presso il Teatro San Carlo di Napoli. Nel 2019 ha debuttato come solista con l’Orchestra Sinfonica Metropolitana di Bari eseguendo “Introduzione e Rondò Capriccioso” di S. Saens (https://www.youtube.com/watch?v=7Ni7dOzMv_A). Nel mese di gennaio 2020, è stato pubblicato il suo primo CD da solista per la casa discografica Dodicilune con musiche di Bach, Tartini, Saint-Saëns, Igudesman. …suona il violino come naturale prolungamento del proprio corpo, con una visione della musica che punta dritto al cuore dell’ascolto… … ha mostrato un grande controllo dello strumento, dalla dolcezza di un intenso vibrato, le doti di intonazione è una tecnica prodigiosa… Livio Costarella – La Gazzetta del Mezzogiorno …Maria Serena Salvemini suona da predestinata, con tecnica feroce e musicalità estrema, confermando tutto il buono che si è già detto è scritto su di lei… Fabrizio Versienti – Il Corriere del Mezzogiorno …la violinista pugliese Maria Serena Salvemini, con la straordinaria sicurezza di un virtuosismo di accattivante eleganza per Wieniawski e Sarasate, ha conquistato il primo premio… Sara Patera – Il Giornale di Sicilia

Daniela Carabellese intraprende lo studio del violino con Franco Cristofoli, diplomandosi con il massimo dei voti in violino, canto e viola presso il Conservatorio di Bari. Si è esibita nei più prestigiosi teatri e sale concertistiche del mondo suonando negli stati Uniti (New York), in Brasile (San Paolo, Brasilia, Rio de Janeiro) in Ungheria (Budapest), in Spagna (Madrid, Barcellona), in Turchia (Istanbul). Vive un’intensa attività quartettistica come componente del Quartetto Carabellese insieme alla sorella Francesca e al fratello Giuseppe riscuotendo lusinghieri successi dal pubblico e dalla critica specializzata. Ha inaugurato il Festival ‘900 di Trani ed. ’99 (premio Abbiati della critica), con un concerto monografico su Malipiero, con registrazione live per la Ricordi e per la Rai. Ha inaugurato dopo i lavori di restauro, il Teatro “Regina Margherita” di Caltanissetta con un concerto in quintetto. Si esibisce in svariate formazioni cameristiche (duo violino e pianoforte, duo violino e viola). Con l’ensemble Collegium Musicum è stata protagonista di un concerto al Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, con diretta radiofonica europea per Rai Radio 3 (I Concerti del Quirinale). Spalla dell’Orchestra della storica Fondazione Vincenzo Maria Valente, ha collaborato con solisti di fama internazionale quali Francesco Manara, Pierluigi Camicia, Wilson Hermanto, Leonardo Colafelice. Affianca all’attività concertistica una fervida attività didattica: dopo aver seguito corsi di pedagogia e psicologia dell’infanzia presso l’Università Aldo Moro di Bari, si è specializzata nella didattica per i più piccoli, seguendo le linee dettate dalla ricerca e ottenendo risultati strabilianti: numerosi suoi allievi che hanno cominciato dalla più tenera età lo studio del violino, sono stati premiati in concorsi musicali nazionali ed internazionali, risultando inoltre tra i migliori allievi presso gli Istituti di Alta Formazione musicale. In collaborazione con la sorella Francesca ha realizzato svariati progetti tra i quali il “Violini Young Ensemble” che ha meritato nel 2004 il prestigioso premio Abbiati per la Scuola come migliore iniziativa didattica nella scuola italiana. Nel 2018 è vincitrice del premio “Euterpe Best Music Teacher”. Vincitrice di concorsi per l’insegnamento nelle scuole statali, è titolare di cattedra di Violino nella scuola media ad indirizzo musicale.

Pietro Laera è un elemento specialmente dotato sia dal punto di vista musicale sia da quello, molto più raro, che concerne la pratica strumentale. Provvisto d’una natura quanto mai sensibile, ma disciplinata, il giovane Pietro Laera mi sembra destinato ai traguardi più lusinghieri d’una luminosa carriera di artista (Aldo Ciccolini). Nato a Bari, Pietro LAERA ha studiato al Conservatorio di musica “N. Piccinni” nella classe di Luigi CECI diplomandosi con il massimo dei voti, lode e menzione speciale. Ha conseguito il Diploma Accademico di II livello in Discipline Musicali -indirizzo interpretativo- compositivo presso l’Istituto Superiore di studi Musicali “G. Braga di Teramo”, discutendo una tesi intitolata “F. Chopin: l’evoluzione stilistica, le fasi compositive e lo sviluppo della tecnica pianistica negli studi” ed eseguendo l’integrale degli studi op. 10 e 25 di F. Chopin. È stato inoltre allievo di Alicia DE LARROCHA, Gianna VALENTE e Adam WIBROVSKI, nonché – per 10 anni – di Aldo CICCOLINI. Musicista versatile, esplora i vari linguaggi musicali attraverso composizioni, trascrizioni ed elaborazioni per svariati organici e collabora con musicisti del panorama internazionale quali: il flautista Roberto FABBRICIANI, il clarinettista Giora FEIDMAN, il trombonista Gianluca PETRELLA, il sassofonista Roberto Ottaviano, il mezzosoprano Fiorenza COSSOTTO, il violinista Francesco MANARA, il violoncellista Massimo POLIDORI, il Quartetto d’archi della Scala ed il direttore d’orchestra Roberto DUARTE con il quale ha inciso un CD distribuito in Europa e negli Stati Uniti. Frequenti inoltre le sue collaborazioni con attori e personaggi dello spettacolo quali Arnoldo FOA’, Ugo PAGLIAI, David RIONDINO, Michele MIRABELLA e Giorgio ALBERTAZZI. Vincitore di numerosi premi in concorsi pianistici nazionali ed internazionali, ha al suo attivo una cospicua attività concertistica da solista che lo ha portato ad esibirsi, tra le altre, nelle seguenti città: Parigi (Journée du Patrimoine), Budapest, Lille, Malaga, Barcellona, Dubvrovnik, Lugano, Firenze (Amici della Musica), Torino, Chieti (teatro Marrucino), Siena, Roma, Milano, Bari (Teatro Piccinni), Pisa, Taormina, Catania, Ragusa, Siracusa, Bologna, Sarzana (Teatro Impavidi), Reggio Calabria (Teatro Aurora), Cosenza (Teatro Rendano) Sorrento (Teatro Tasso), Faenza (Teatro Comunale), Napoli (Villa Pignatelli – Teatro Diana), Garda (Palazzo dei Congressi), Parma (Teatro Cinghio – Palazzo Cusani) e moltissime altre. Membro di giuria in prestigiosi concorsi musicali, coordinatore dell’Associazione Musicale “Nel Gioco del Jazz”, già consulente artistico della Fondazione Concerti “N. Piccinni”, è titolare di cattedra presso il Conservatorio di musica “N. Rota” di Monopoli.